DRAUMAR – FASE 2


Sognatrici e sognatori di Draumar,

oggi è il 3 aprile, una data che poco meno di un mese fa era stata data al nostro Paese come limite mentale per pensare la quarantena. Col passare dei giorni stiamo capendo che i tempi saranno invece molto più lunghi, ma quanto? Oggi ci lasciamo alle spalle una data “certa”, a cui qualcuno consciamente o inconsciamente si era aggrappato, per entrare in un periodo molto più fluido, indefinito. Come elaboreremo nei nostri sogni questa incertezza? Che cosa porterà questo aumento di incertezza nel nostro mondo notturno?

Stiamo entrando nella Fase 2 di Draumar.

Da domani vi invitiamo a tracciare una linea ideale tra ieri e oggi e a trascrivere sul vostro diario i nuovi sogni, ma questa volta aumentando in qualche modo il vostro grado di partecipazione. Molte e molti di voi ci hanno scritto dicendo che di norma non sognano, che non ricordano i propri sogni. Ma da quando il progetto Draumar è cominciato, di colpo hanno cominciato a sognare e ricordare.

Non è magia, semplicemente la mente notturna ha registrato un nuovo desiderio, e in qualche misura ha obbedito. Questo significa che a volte c’è un margine per influenzare la propria vita onirica. 

Quello che adesso vi chiediamo è quindi di pensare a qualcosa di preciso come ultima immagine prima di dormire. Un luogo, un oggetto, un animale, una persona, ecc. Segnatelo sul vostro diario con una o due parole (Es. Firenze, cane, Luigi) e poi al mattino registrate il vostro sogno. Non aspettatevi necessariamente una “risposta” diretta, una connessione evidente. I sogni sono e restano eventi misteriosi. Ma alcuni di voi riusciranno a interagire in qualche modo con il flusso notturno di immagini. Questo esercizio non solo intensificherà l’attività onirica ma sarà un modo per approfondire la consapevolezza di sé. Se invece non accade nulla non dovrete pensare a un limite o un difetto, semplicemente i vostri sogni sono così potenti e selvatici da andare per conto loro. Registratelo però. L’importante, prima di provare a capire, è raccogliere. 

Ma a che cosa serve Draumar a parte lasciare una traccia scritta del lato notturno della Pandemia? Serve a dare a ciascuno di noi la possibilità di accettare il trauma con consapevolezza. Stiamo sognando per un grande esperimento antropologico, ma soprattutto stiamo sognando per imparare a saltare oltre la faglia che si è aperta davanti a noi. 

Quando finirà la Fase 2 vi chiederemo di mettere nella dream box la seconda parte del vostro diario dei sogni. Quando? Fine aprile? Inizio maggio? Metà maggio? Quando finirà la Quarantena? Ancora non lo sappiamo, e la data di consegna dipenderà dagli sviluppi virali e sociali, per ora imprevedibili.

In questa fase vivremo e sogneremo nell’incertezza, almeno per un altro po’.

Vediamo che cosa succede. 

Un pensiero riguardo “DRAUMAR – FASE 2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...